La confisca del risparmio illecito

Nel caso di evasione fiscale dell’amministratore, la Corte di Cassazione con la sentenza n. 19035 del 2 maggio 2013, ha stabilito il sequestro delle somme derivanti da tale risparmio illecito sottolineando “l’autonoma responsabilità amministrativa dell’ente in caso di commissione, nel suo interesse o vantaggio, di un reato da parte di soggetto che in quell’ente ricopre una posizione di vertice”.

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

News recenti