Corte di Cassazione.Sentenza n. 20060 del 9 maggio 2013

Nel caso Citibank Parmalat, la V sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20060 del 9 maggio 2013, ha stabilito che non può escludersi la responsabilità dell’ente come conseguenza all’assoluzione dei funzionari.
L’art. 8 del D. Lgs. 231/2001 riporta difatti: “La responsabilità dell’ente sussiste anche quando:
a) l’autore del reato non è stato identificato o non è imputabile, per cui “per la responsabilità amministrativa è necessario che venga compiuto un reato da parte del soggetto riconducibile all’ente, ma non è anche necessario che tale reato venga accertato con individuazione e condanna del responsabile”.

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

News recenti