Approvata la legge sul femminicidio: La responsabilità 231 dovrà fare a meno della privacy

Stralciate le disposizioni in materia di furto dell’identità personale che avrebbero aggiunto l’art. 640 ter all’elenco dei reati presupposto, e precisamente inserendolo nell’art. 24 bis del Decreto 231/2001. Il Senato della Repubblica ha quindi approvato senza modifiche il testo arrivato dalla Camera dei Deputati con gli stralci apportati al Decreto Legge del 14 Agosto

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

News recenti